SIMAS in un nostalgico bagno parigino. Souvenirs di un’estate italiana.

Nel centro di Parigi, a pochi passi dell’Opéra Garnier, scopriamo un elegante progetto di ristrutturazione di un appartamento d’epoca realizzato da Veronica Arianna, eclettico architetto milanese (www.veronicaarianna.com), che vive e lavora nella capitale francese da diversi anni.

L’organizzazione generale dello spazio abitativo è stato ripensato in base ad una planimetria molto particolare, si tratta infatti di un appartamento con pianta triangolare, inserita in un immobile d’angolo, luminosissimo, con ben nove finestre in soli 60 metri quadrati.

La ristrutturazione dell’ambiente bagno nasce dalla necessità di creare un vero e proprio bagno che all’origine non esisteva. Come nella maggior parte degli appartamenti parigini, il WC era separato dal resto della casa e collocato in un piccolo spazio chiuso di due metri quadri. La vasca da bagno e il lavabo erano invece inseriti nella camera da letto, completamente aperti senza alcuna parete divisoria. L’idea di uno spazio continuo, senza corridoi e guidato dalla luce, ha dato vita ad un progetto di bagno italiano, con wc e bidet, collocato nel punto più profondo della casa così da creare un ambiente di “pausa” al riparo dalla luce. Finiture e colori sono stati scelti per riprodurre le sensazioni di relax, benessere, protezione, freschezza e bellezza del paesaggio costiero italiano. Varcata la porta del bagno, ci si immerge infatti nel blu e bianco amalfitano, grazie all’utilizzo delle maioliche dipinte a mano e progettate negli anni 60 dall’architetto Giò Ponti. Il blu profondo e brillante che domina sui due lati del bagno si mescola con l’azzurro e bianco sul lato corto, dove è stato inserito il “patchwork” dei decori, dai motivi geometrici e naturalistici pontiani, che si riflette nello specchio sul lato opposto, richiamando l’idea d’infinito ricercata da Ponti nel progetto di questi decori. 

In linea con lo stile dell’abitazione, dei suoi colori, e per dare anche un tocco di modernità al tutto, l’architetto ha trovato per la stanza da bagno il perfetto binomio nella collezione di ceramica sanitaria EVOLUTION, a firma Terri Pecora per SIMAS, 100% italiana garantita dal marchio Ceramics of Italy. Le linee morbide e decise del lavabo sospeso e dei sanitari d’appoggio, si accompagnano armonicamente ai disegni delle maioliche, regalando un richiamo nostalgico al savoir faire italiano.

L’eleganza e l’equilibrio delle scelte effettuate dall’architetto nel restyling dell’appartamento danno al progetto un’impronta atemporale.

Architetto: Veronica Arianna
Foto: Angelo Chiacchio.