SIMAS IN PIAZZA DUOMO A MILANO

SIMAS in piazza Duomo a Milano. ‘OH’ nel ‘bagno non bagno’ della ‘non camera’ Swan Room, l’eleganza del cigno di Simone Micheli all’interno del nuovo hotel 7 stelle tutto italiano.

 

Nel cuore della nuova “Milano da bere”, nasce TownHouse Duomo 21 by SevenStars, hotel di lusso di vocazione internazionale con progettazione e arredi esclusivamente made in Italy, con ingresso sotto i portici al civico 21.

14 suite, di cui 12 con balcone privato, che godono della vista di una delle più affascinanti cattedrali italiane, personalizzate da architetti italiani d’eccellenza come Jacopo della Fontana D2U, Agostino Danilo Reale, Giovanni Fiorito, Maison Mamì Design by Luigi Ciccarelli, Massimiliano Mandarini, Massimo Magaldi, Matteo Fantoni Studio e Simone Micheli. Ogni suite è un ambiente esclusivo, progettata singolarmente, con ampie sale da bagno che annoverano i materiali più innovativi, le tecnologie più all’avanguardia e gli arredi più ricercati di grandi aziende leader in Italia, scelti per garantire il massimo comfort agli ospiti. L'albergo, del Gruppo di Alessandro Rosso, è nato come sede del World Expo Commissioners Club, associazione riservata ai commissari dei paesi partecipanti a Expo 2015. L'intero progetto  è stato realizzato sotto la supervisione della Soprintendenza per i beni architettonici di Milano. L'operazione rientra nel piano, promosso da Palazzo Marino, per riqualificare la Galleria Vittorio Emanuele in vista di Expo 2015.

 

SWAN ROOM by Simone Micheli, suite n°10

"Questo spazio è una camera, un sogno o un cigno"? e ancora "Un uomo è fortunato quando vive nel suo mondo nel mondo”. Varcando la soglia, due scritte di colore arancione rendono subito palesi le radici del progetto. Immediato l’invito al relax, con vista Duomo. Le forme sinuose e morbide della Swan Room accolgono l’ospite facendolo sentire il protagonista di uno scenario che, con la stessa eleganza del cigno ispiratore del concept, lo avvolge delicatamente. Una dimensione fatta d'immagini, accenni, sogni e desideri che divengono reali. Un luogo sospeso tra fantasia e realtà, in cui tutti gli elementi che caratterizzano lo spazio sono giustapposti in modo nonconvenzionale. Specchi lenticolari con mini video raccontano animazioni legate al cigno. Mobili rivestiti in specchio, a loro volta, duplicano per frammentiil grande cigno della parete in vetro che delimita l’assoluta intimità della zona bagno, architettura nell’architettura. Qui le pareti in mosaico lapideo, stampate con immagini dello straordinario animale, definiscono l’area, esaltando la lucentezza degli specchi e le linee fluide che segnano il confine degli arredi e dei sanitari. Vaso e bidet sono della collezione “OH”, disegnata dallo stesso Simone Micheli per Simas, dal 1955 creatività nella ceramica sanitaria 100% made in Italy, attestato dal marchio ‘Ceramics of Italy’. Semplici, eleganti, ergonomici, si staccano come sculture dalla calda tonalità del parquet, con le stesse geometrie pulite ed essenziali dell’intero ambiente. Un bagno fuori dai canoni concettuali del passato o del presente, dove poter compiere rinnovate azioni-riflessioni, pensato per essere un vero e proprio distributore di emozioni. Un ‘bagno non bagno’ in una ‘non camera’ che mai ci si aspetterebbe di trovare in Piazza Duomo, a Milano.