Risparmio idrico con i sanitari SIMAS

Risparmio idrico con i sanitari SIMAS

L’incessante crescita dei consumi idrici e il successivo spreco nell’ambiente, oggi più che mai necessita  di una maggiore attenzione dei consumatori nella gestione più intelligente dell’acqua. La stanza da bagno è il luogo della casa in cui si verificano i consumi idrici più alti, ma attualmente grazie a prodotti innovativi presenti sul mercato è possibile contenere lo spreco.

Ad esempio, una soluzione è la sostituzione dei vecchi apparecchi sanitari con vasi di nuova concezione che, con 6 litri per flusso intero sino a 4,5 litri per flusso ridotto, porterebbe ad risparmio idrico ed energetico notevole. SIMAS da sempre attenta all’evoluzione dei mercati e del consumatore, ha ampliato la sua gamma di vasi con flusso di scarico dell’acqua di soli 4,5 litri, per un notevole risparmio idrico anche nelle collezioni ‘Simas design’, VIGNONI e BADEN BADEN. Serie di vasi da subito ‘rimless’ (senza brida), sia in versione sospesa sia da terra, con un design innovativo ed essenziale, anche nella parte interna,  per un’igiene totale e comodità nella pulizia. Qualità, eleganza ed unicità distinguono le collezioni SIMAS, 100% made in Italy, garantite dal marchio Ceramics of Italy.

 

Dal report elaborato da Confindustria Ceramica a fine 2019 in collaborazione con CRESME, si stima che  il consumo idrico degli edifici italiani è di 4,4 miliardi di m3/anno e quello relativo agli scarichi dei WC ne rappresenta circa il 32%, stimato a quasi 1,4 miliardi di metri cubi, divisi equamente tra edifici non residenziali (721 milioni di m3) ed edifici residenziali (702 milioni di m3). E che in Italia sono oltre 57,6 milioni i vasi sanitari complessivamente installati, dei quali il 75% si trova in unità immobiliari ad uso residenziale e il rimanente 25% in unità ad uso non residenziale, quali alberghi, uffici, ospedali, scuole o industrie. (Fonte Confindustria Ceramica)